©2014 Comune di Cison di Valmarino (TV) - Tutti i diritti riservati

sei in:  Notizie  -  Primo Piano  -  Referendum Popolari
Share |
10 aprile 2017

Referendum Popolari del 28 maggio 2017

Con decreti del Presidente della Repubblica pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – Serie Generale, n. 62 del 15 marzo 2017 sono stati indetti, per il giorno domencia 28 maggio 2017, i referendum popolari previsti dall'art. 75 della Costituzione con le seguenti denominazioni:

- “Abrogazione disposizioni limitative della responsabilità solidati in materia di appalti"
- "Abrogazione disposizioni sul lavoro accessorio (voucher)".

Inoltre il Ministero dell’Interno con circolare n. 6 del 17/03/2017 ha ritenuto di fornire le indicazioni riguardanti le modalità dell'esercizio di voto degli elettori residenti all'estero, ma che vogliono votare in Italia.
Il diritto di optare per il voto in Italia degli elettori residenti all'estero, ai senso degli art. 1, comma 3 e 4 della legge n. 459/01 nonché dell'art. 4 del D.P.R. n. 104/03, deve esser esercitato entro il decimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dei decreti di indizione, cioè entro il prossimo 25 marzo 2017.
L'opzione dovrà pervenire all'ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza dell'elettore entro il termine suddetto e può essere revocata con le medesime modalità ed entro gli stessi termini previsti per il suo esercizio.


Voto degli italiani residenti temporaneamente all’estero

Gli elettori che, per motivi di lavoro, studio e/o cure mediche, si trovassero temporaneamente all’estero per un periodo di almeno 3 mesi nei quali ricade la data della consultazione, possono, previa apposita opzione, esprimere il loro voto presso le sedi consolari competenti. Tale opportunità si estende anche ai familiari competenti. L’opzione deve essere trasmessa al Comune, ENTRO e NON OLTRE il 26 aprile, per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata o recapitata a mano anche da persona diversa dall’interessato.
La dichiarazione può essere espressa utilizzando l’allegato modello, o in carta libera accompagnata da fotocopia di valido documento d’identità.
Sull’opzione devono essere indicati l’indirizzo per il recapito del plico elettorale e il consolato di riferimento.